Quante volte avrete sentito parlare della famosissima focaccia di Recco? Se avrete la pazienza di leggerci, oggi vi spiegheremo cosa è, come si prepara, e vi sveleremo qualcosa sulla sua antichissima storia!

La vera focaccia di Recco è una sola.

Dire che la focaccia di Recco è una focaccia col formaggio e basta sarebbe davvero limitante e, soprattutto non risponderebbe al vero. Di focacce con il formaggio ne esistono moltissimi tipi, quasi tutte preparate con acqua, olio, farina e lievito di birra, e quasi tutte condite sulla loro superficie con i formaggi più svariati, spesso mescolati fra loro o ad altri condimenti.

Fughiamo ogni dubbio: la vera focaccia di Recco è una focaccia composta da due sottilissimi strati di pasta (preparata senza lievito) e farcita solo internamente con formaggio fresco (stracchino o crescenza).

Tracce della sua presenza in Liguria si trovano fin dal 1800, quando veniva preparata nei forni e nei ristoranti della cittadina di Recco: col tempo questa specialità si è diffusa nella zona di Genova e del Tigullio e conseguentemente in tutta la regione e non solo.

Per evitare imitazioni, dal 1997 la focaccia di Recco è un marchio registrato, e dal 2012 è contrassegnata dalla sigla IGP, che ne salvaguarda il nome e la ricetta originale.

Veniamo ora al dunque e vediamo come si prepara questa squisitezza ligure che ha conquistato i palati di tutta Italia.

Focaccia di Recco ricetta

Come si prepara una focaccia di Recco degna di questo nome?

Come dicevamo prima, la focaccia di Recco si ottiene dalla lavorazione di un impasto contenente:

  • Farina di grano tenero
  • Olio extravergine di oliva
  • Acqua
  • Sale

La focaccia deve essere farcita internamente con formaggio fresco (stracchino o crescenza) e poi cotta in forno.

Se volete provare a cimentarvi nella sua preparazione, fate in questo modo:

  • Lavorate insieme della farina 00 con acqua, olio Evo ed un pizzico di sale, finché non avrete ottenuto un impasto morbido ed omogeneo.
  • Dopo averlo fatto riposare per circa mezz’ora coperto da un tovagliolo, suddividetelo nelle porzioni della grandezza necessaria, e cominciate a tirarlo col mattarello.
  • Continuate poi ad allargare la pasta con le mani, fino ad ottenere una sfoglia sottilissima.
  • Mettete la sfoglia su una teglia unta con olio Evo e distribuitevi sopra piccoli pezzi di stracchino o crescenza.
  • Coprite il tutto con una sfoglia di pasta sottile come la precedente e schiacciate i bordi per saldarne le due parti.
  • Cospargete la focaccia di Recco con un filo d’olio ed un pizzico di sale , ed infornatela ad almeno 280° per 5-8 minuti, fino a quando la superficie non avrà assunto un colore dorato e non sarà costellata di bolle marroncine.

Ricordatevi che il forno deve essere molto caldo, in modo che la pasta si cuocia prima che il formaggio si squagli del tutto.

Prima di infornare la focaccia, pizzicatene con le dita la parte superiore, praticando dei piccoli forellini, per evitare che quest’ultima si gonfi durante la cottura.

In questo modo vedrete che la vostra focaccia verrà buonissima, magari non proprio come la vera focaccia di Recco (che viene preparata da pizzaioli esperti e nei forni adatti allo scopo), ma ci si avvicinerà moltissimo!

Focaccia di Recco: storia o leggenda?

All’esistenza di questa specialità ligure sono legate molte storie, e noi vene vogliamo raccontare qualcuna:

  • Pare sia stata nominata per la prima volta in un documento del 1100, dove veniva sostenuto che venne offerta ai crociati prima di partire per il pericoloso viaggio in Terra Santa, nel corso di un sontuoso banchetto preparato in loro onore.
  • Alcuni documenti attestano invece che tra il 1500 ed il 1600 le incursioni saracene avevano costretto le popolazioni della zona dell’attuale Liguria a rifugiarsi sulle colline nutrendosi di quel poco che potevano portarsi appresso: una focaccia al formaggio cotta sopra delle pietre.
  • Alla fine dell’800, a Recco le prime trattorie cominciarono a preparare la famosa focaccia, ma solo nel periodo del 2 Novembre per le celebrazioni in onore dei defunti, e solamente agli inizi del 900 cominciarono a prepararla lungo tutta la durata dell’anno!

Se il nostro articolo vi ha incuriosito, provate a prepararvi la vosta foccaccia di Recco a casa, se poi volete assaggiare quella vera, ricordatevi che ogni anno, l’ultima domenica di maggio, a Recco si svolge la “Festa della focaccia”, un’occasione imperdibile per gustare questa specialità preparata da chi la fa da sempre!

Le Specialità: tradizione e qualità a due passi dal Duomo.

Focaccia di Recco Le Specialità

Il Ristorante-Pizzeria Le Specialità è dal 1977 che accoglie la propria clientela nei suoi caratteristici locali in Via Pietro Calvi 29, a Milano, proponendo piatti classici della tradizione italiana e più di 50 pizze diverse, tutte preparate con ingredienti di prima qualità e specialità di stagione.

Le nostre pizze speciali sono famose in tutta Milano, e le prepariamo tutte anche nella versione senza glutine, per venire incontro ai nostri clienti che soffrono di intolleranze.

Il nostro ristorante è il luogo ideale per pranzi e cene in famiglia, tra amici, o per incontri di lavoro: la sua atmosfera semplice ed accogliente, oltre a farvi sentire a casa, sarà una location ideale per assaporare i nostri piatti, accompagnati da una fornitissima lista di vini e da moltissime birre artigianali, perfette anche per accompagnare la  focaccia di Recco, che prepariamo secondo tradizione!

Che aspettate a venirci a trovare? Siamo aperti tutto l’anno, tutti i giorni, a pranzo e a cena!

Pin It on Pinterest